Comune di Sassetta (LI)

IMU - Imposta MUnicipale propria

Media bordo
Scorcio di Sassetta
Logo Comune di Sassetta
IMU - Imposta MUnicipale propria
Home » Informazioni per » Pagare i tributi » IMU - Imposta MUnicipale propria
media_bianco 4x4
L'IMU è dovuta da possessori di immobili (sono esclusi l'abitazione principale - a eccezione delle categorie catastali A1 A8 e A9 e relative pertinenze - e i fabbricati strumentali all'attività agricola).

 

 

ALIQUOTE 2021
10,6 per mille                     Fabbricati gruppo A (compresi A10) non abitazione principale e relative pertinenze.
 
3,5 per mille
Unità immobiliari (di seguito indicate) classificate nelle categorie A1, A8 e A9 e relative pertinenze (una pertinenza per ciascuna delle categorie catastali C2 - C6 - C7 assume l'aliquota dell'abitazione cui si riferisce, anche se iscritta in catasto unitamente all'unità a uso abitativo) applicando la detrazione di € 200.00:
  • Abitazione principale (unica dimora abituale e residenza anagrafica) del soggetto passivo e del suo nucleo familiare;
  • Abitazione posseduta da anziano o disabile che acquisisce la residenza in istituti di ricovero o sanitari in via permanente e certificata, purché non locata.

 

4.6 per mille

Fabbricati di tipo abitativo concessi in comodato gratuito a parenti in linea retta fino al secondo grado e affini in linea retta fino al primo grado (OBBLIGO DI AUTOCERTIFICAZIONE esclusivamente per il primo anno, se non avvengono variazioni).

 

8,6 per mille
  • Aree fabbricabili
  • Fabbricati del gruppo catastale D - categorie D1 D2 D3 D4 D5 D6 D7 D8 e D9

 

7,6 per mille

Fabbricati in genere gruppo B e C e altri immobili non compresi nelle precedenti tipologie

 

1,00 per milleFabbricati rurali a uso strumentale, di cui all'art. 9 c. 3bis del DL 30/12/1993 n. 557

 

 

ESENTI
  • Unità immobiliari classificate nel gruppo catastale E;
  • Abitazione principale e relative pertinenze (escluse categorie catastali A/1, A/8 e A/9);
  • Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché alloggi sociali regolarmente assegnati dall’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica;
  • Abitazione principale e relative pertinenze del coniuge assegnatario della ex casa coniugale in caso di separazione legale o divorzio;
  • Abitazione principale e relative pertinenze possedute, e non concesse in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia;
  • Abitazione posseduta da anziano o disabile che acquisisce la residenza in istituti di ricovero o sanitari in via permanente e certificata, purché non locata;
  • Fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati;
  • Terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina ai sensi dell’art. 7 comma 1 lettera h del D.Lgs. 504/92
  • Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8 dell’articolo 13 del decreto legge del 6 dicembre 2011 n. 201;
  • Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9, comma 3-bis, del decreto –legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133, ubicati nei Comuni classificati montani o parzialmente montani di cui all’elenco dei comuni italiani predisposto dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT).

 

I MOLTIPLICATORI

Per i fabbricati iscritti in catasto il valore è costituito da quello ottenuto applicando all'ammontare delle rendite risultanti in catasto (vigenti al 1° gennaio dell'anno di imposizione, rivalutate del 5 per cento ai sensi dell'articolo 3, comma 48, della legge 23 dicembre 1996, n. 662) i seguenti moltiplicatori:

  • 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10;
  • 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5;
  • 80 per i fabbricati classificati nella categoria catastale D/5;
  • 80 per i fabbricati classificati nella categoria catastale A/10;
  • 60 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5; tale moltiplicatore è elevato a 65 a decorrere dal 1º gennaio 2013;
  • 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1.
Al valore ottenuto si applica l’aliquota deliberata dal Comune, ottenendo così l’imposta dovuta.

 

 

SCADENZE

L’imposta si versa attraverso il modello F24 presso qualsiasi sportello bancario o postale (con arrotondamento all’unità e euro per difetto/eccesso se la frazione è inferiore o uguale /superiore a euro 0,49) alle seguenti scadenze:

- entro il 16 giugno          - versamento del 50% dell’imposta dovuta;
- entro il 16 dicembre      - versamento del SALDO dell’imposta.

 

 

 

CODICI VERSAMENTO

Il codice ente del Comune di Sassetta è I454”. I codici tributo sono i seguenti:
 3912 - IMU abitazione principale e relative pertinenze - Comune;
 3914 - IMU terreni - Comune;
 3916 - IMU aree fabbricabili - Comune;
 3918 - IMU altri fabbricati - Comune;
 3923 - IMU interessi da accertamento - Comune;
 3924 - IMU sanzioni da accertamento - Comune.
 3925 - IMU immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - STATO”
 3930 - IMU - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - INCREMENTO COMUNE

 

 

 

INFO
UFFICIO TRIBUTI

Resp. Cristina Bandini

bandini@comune.sassetta.li.it

Tel 0565 794 223 - Fax 0565 794 203

- Inizio della pagina -

Comune di Sassetta
(Provincia di Livorno)
Via Roma N° 15 - 57020 Sassetta (LI)
Centralino (n. 2 linee urbane) tel. 0565.794223 - Fax 0565.794203 P.IVA 00683460497
Il portale del Comune di Sassetta (LI) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Dichiarazione di accesibilità

Il progetto Comune di Sassetta (LI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.